Protesi Digitale Cad Cam


Cad Cam dentale

La realizzazione di strutture protesiche dentali all'avanguardia è oggi possibile grazie all'utilizzo dei moderni e innovativi sistemi CAD (Computer Aided Design cioè Modellazione Assistita Computerizzata) e CAM (Computer Aided Manufacturing, cioè Produzione Assistita Computerizzata).

Grazie alla tecnologie CAD-CAM è possibile utilizzare dei materiali avanzatissimi come l’ossido di zirconio (o zirconia ), che permette di realizzare restauri completamente privi di metallo, per una perfezione estetica finale senza eguali.

La proprietà principale dell'’ossido di zirconio è quella di avere una stabilita meccanica e resistenza alla frattura estremamente elevate e di avere un eccellente comportamento nelle prognosi di lungo periodo.



Protesi digitale

Il Digitale è utilizzato nella costruzione delle protesi attraverso l'uso dello scanner intraorale e della metodica Cad/Cam.
Questo sistema consente di acquisire le immagini dei denti da protesizzare con una specifica telecamera orale, evitando, così, il fastidioso utilizzo dei materiali da impronta.

Le immagini acquisite vengono processate da un computer, che disegna, sotto la guida del dentista o dell’odontotecnico, il manufatto protesico.
Il file viene quindi inviato in wireless ad un fresatore (stampante tridimensionale) che realizza nel giro di pochi minuti il restauro protesico.
I passi successivi consistono nella prova orale, caratterizzazione, cottura in forno per fissare il colore e nel giro di 30 minuti il manufatto è pronto per essere cementato.

Inoltre l’accoppiamento della tac e dello scanner intraorale ci permettono di programmare digitalmente gli impianti e la protesi del paziente con la previsualizzazione del risultato estetico e funzionale.


I materiali utilizzati

I Materiali che possiamo utilizzare con tali fresatori sono le ceramiche metal free come zirconia e ceramiche vetrose, le resine, e i metalli nobili. Solitamente per le zone estetiche vengono utilizzate le ceramiche vetrose come il disilicato di litio e la feldspatica che, pur mantenendo un’ottima resistenza alla flessione e alla frattura, hanno sicuramente una marcia in più dal punto di vista estetico.

La zirconia è sicuramente più resistente delle ceramiche vetrose, ma rimane comunque un’ottima soluzione per i settori frontali estetici, quindi la si può utilizzare sia nelle zone di masticazione che in quelle estetiche.

Ormai non usiamo più la metallo ceramica per la fabbricazione di corone o ponti, in quanto non soddisfa i requisiti estetici e rimane molto opaca, ma utilizziamo i metalli nobili per fare le strutture di protesi totali fisse come "all on 4" e "all on 5" sopra al quale gli odontotecnici stratificano i compositi.

Infine le resine fresate si utilizzano come protesi provvisorie per gli impianti; questi ultimi hanno un ruolo fondamentale nel piano di cure perché ci consentono di non lasciare mai i pazienti senza denti durante le fasi di prova per i definitivi e i periodi di guarigione dalle chirurgie.
Inoltre ci consentono di modificare i tessuti molli dei pazienti con un condizionamento lento e graduale.


“Indossa un sorriso e avrai amici;
indossa un broncio e avrai rughe

(George Eliot)

Chiamaci